Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Sabato 18 Novembre 2017 Meteo: Meteo

Alla scoperta del territorio: la fattoria didattica per toccare, esplorare, osservare ed entrare in relazione con il mondo biologico

Bambini e bambine diventano “protagonisti del loro territorio”
Gli alunni dell’Istituto Giancarlo Tofi di Perugia (Montebello) hanno trascorso una mattinata diversa dalla solita lezione tra i banchi di scuola. In 36 tra bambini e bambine ( III e IV classe) hanno sperimentato l’attività di fattoria didattica presso l’Azienda Agrituristica Il Riccio di Morleschio, Perugia.
La fattoria didattica rappresenta uno strumento per comprendere il proprio territorio attraverso la conoscenza diretta di una realtà produttiva che diventa luogo di esplorazione e di sperimentazione.
Ai bambini Roberto Ricci, titolare dell’azienda, ha spiegato cos’è e come funziona un’azienda agricola che “produce bio” ovvero che usa sostanze di origine naturale nella concimazione e nella protezione dai parassiti. Tecniche rispettose dell’ambiente e della salute (umana e animale).  Sono stati accompagnati in un percorso laboriatoriale dove hanno utilizzato l’universo delle sensazioni e delle percezioni che provocano e facilitano gli apprendimenti. Il percorso ha avuto inizio con la colazione a base di prodotti bio, i piccoli sono stati guidati alla scoperta degli ortaggi biologici (melone, cetriolo, insalata, pomodori, patate, fagiolini) e del procedimento necessario per mettere in tavola cibo sano e nutriente. Con gli animali hanno sperimentato la mungitura,  hanno osservato da vicino come da alcuni di questi, si ricava la lana e hanno scoperto le varie fasi necessarie per poterla ottenere. L’esperienza si è conclusa con la manipolazione dell’impasto dal quale si ottiene il pane.
L’azione “Educare al biologico” rientra nell’ambito del progetto “Le strade del bio” e sta toccando i comuni di  Costacciaro, Gubbio, Perugia, Scheggia e Pascelupo, Sigillo e Trevi: 30 seminari in altrettante scuole, 10 visite guidate nelle fattorie agricole Angelucci di Cannara e Il Riccio di Morleschio (tra Perugia e Gubbio). Obiettivo raggiungere 10 mila persone (alunni, insegnanti, genitori) e diffondere la cultura del mangiar sano nella generazione che costruirà il futuro del pianeta.
Il progetto “Le Strade del bio” – percorsi educativi ed enogastronomici alla scoperta delle eccellenze biologiche dell’Umbria – azioni 3.1 e 3.2 dell’asse 3 del “Piano di azione nazionale per il bio” (Pan)  è interamente finanziato dalla Regione Umbria e realizzato da un pool di enti e associazioni: 3A-Parco Tecnologico Agroalimentare, Associazione Italiana Agricoltura Biologica (AIAB Umbria) come capofila, Pro.bio., Umbria Biologica (di Confagricoltura), Umbria natura (Unab), Cia Umbria (servizi all’impresa), Mente Glocale.

Invia una domanda