Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Venerdì 20 Luglio 2018 Meteo: Meteo

COLDIRETTI: I PRODOTTI DELL’AGRICOLTURA UMBRA PROTAGONISTI DEL PELLEGRINAGGIO “IL SENTIERO DI FRANCESCO”

Dal 1 al 3 settembre, i prodotti dell’agricoltura umbra protagonisti del pellegrinaggio a piedi del tracciato percorso da San Francesco agli inizi del 1200. È quanto rende noto Coldiretti Umbria, impegnata a fornire prodotti del territorio a “Km Zero” a quanti stanno percorrendo i 40 km che caratterizzavano otto secoli fa il sentiero del “Poverello” di Assisi.
In particolare – spiega Coldiretti – nella prima e seconda giornata, i pellegrini hanno potuto rifocillarsi con frutta di stagione, prodotti da forno e bevande di aziende Campagna Amica presso due agriturismi Coldiretti, in località San Nicolò e Sambuco tra Assisi e Valfabbrica, proprio in prossimità del “Sentiero di Francesco”. Nella giornata conclusiva del 3 settembre, il punto ristoro con medesimi prodotti sarà allestito presso l’Abbazia di Vallingegno a Gubbio. Infine – aggiunge Coldiretti – legumi, carne chianina IGP, salumi, formaggi, vini e prodotti da forno, delle aziende aderenti al progetto Coldiretti Campagna Amica, saranno i protagonisti anche della cena di fine pellegrinaggio di domani, presso il Chiostro della Pace del Convento di San Francesco a Gubbio.
La tre giorni tra Assisi e Gubbio – afferma Alberto Bertinelli direttore Coldiretti Umbria – rappresenta una splendida occasione per ribadire ancora una volta l’importanza rivestita dalla tutela dell’ambiente e della natura. Un obiettivo che come Coldiretti siamo impegnati a raggiungere ogni giorno, grazie al lavoro degli imprenditori agricoli, che prima di essere produttori di beni alimentari, rappresentano dei veri e propri custodi della natura. L’insegnamento di San Francesco – aggiunge Bertinelli – è quanto mai attuale, soprattutto nella società odierna, in cui occorre moltiplicare l’impegno per salvaguardare ciò che la natura ci ha donato. L’attenzione dei partecipanti al pellegrinaggio anche alle produzioni agricole locali, non fa che ribadire la sempre più profonda esigenza della società di alimenti sicuri, tracciati e del territorio. Inoltre lo spirito con cui essi hanno intrapreso il cammino in Umbria – prosegue Bertinelli – avvalora la tendenza di tanti italiani nel riscoprire l’importanza di immergersi nella natura, a contatto stretto con il buon cibo. Sta aumentando sempre più infatti, il turismo legato alla natura in montagna, nei parchi e nelle campagne, con il successo del turismo ecologico e ambientale determinato anche dall’elevato valore educativo e dalla pluralità di mete disponibili senza dover percorrere grandi distanze.
L’auspicio di Coldiretti – conclude il direttore regionale Alberto Bertinelli – è quello di continuare a collaborare con iniziative di questo genere, a cominciare dal pellegrinaggio “Il Sentiero di Francesco”, che sta riscuotendo grande successo, oltre che per l’importanza spirituale, per l’impronta ecologica e di sostenibilità ambientale, che ha coinvolto centinaia di pellegrini.

Invia una domanda