Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Sabato 21 Ottobre 2017 Meteo: Meteo

DONNE IMPRESA COLDIRETTI: “NAVIGANDO A KM ZERO: ALLA SCOPERTA DEL TRASIMENO”

Promuovere un turismo sostenibile basato sulle ricchezze agroalimentari e culturali del territorio e sensibilizzare i cittadini sull’importanza che una sana alimentazione assume per la prevenzione di molte malattie. Sono gli obiettivi principali di  “Navigando a Km zero: alla scoperta del Trasimeno”, l’iniziativa organizzata da Donne Impresa Coldiretti Perugia in collaborazione con la Fondazione ANT (Assistenza Nazionale Tumori), sabato 17 giugno a partire dalle ore 10,00.
La giornata – informa Coldiretti – che inizierà con una visita al museo della pesca di S. Feliciano, prevede una gita in battello sul lago, aperitivi e degustazioni a base di eccellenze umbre, con rientro programmato per le ore 17,00.
Ma soprattutto – aggiunge Coldiretti – l’appuntamento sarà l’occasione per riflettere, durante la navigazione, con i produttori agricoli di Campagna Amica Coldiretti e con la biologa nutrizionista dell’ANT, su come una dieta corretta e ricca di principi nutritivi genuini come quella mediterranea (riconosciuta nel 2010 patrimonio immateriale dell’umanità dall’Unesco) possa contribuire ad un calo dell’incidenza sia delle malattie tumorali che di altre patologie.
In quest’ottica – sottolinea Coldiretti – sotto i riflettori, oltre che le bellezze ambientali e culturali del luogo, anche i prodotti tipici locali, dalla fagiolina del Trasimeno, al rinomato olio extravergine di oliva, fino ai prodotti ittici del lago importanti pure per l’economia locale.
L’intento di Donne Impresa Coldiretti, anche in questa occasione, è quello di ribadire come il buon cibo si riveli un prezioso volano per conoscere o riscoprire le bellezze ambientali, artistiche e culturali del nostro territorio, generando un circuito virtuoso utile all’intera economia, oltre che al benessere fisico. Oggi infatti le imprese agricole multifunzionali riescono, grazie al connubio di produzioni agricole e ambiente, a creare anche un importante trait d’union pure con le ricchezze legate all’arte e alla cultura millenaria del nostro Paese, uniche ed inimitabili.
E proprio il rispetto dell’ambiente e la qualità della vita a contatto con la natura sembrano essere - sottolinea Coldiretti – tra le principali ragioni della presenza e del successo femminile nelle campagne. La rinnovata collaborazione con ANT infine – conclude Coldiretti – è il modo con cui il coordinamento di Donne Impresa vuol esprimere la propria solidarietà, vicinanza e apprezzamento per le attività della Fondazione in favore di quanti stanno soffrendo.

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Coldiretti Umbria ed è stato inizialmente pubblicato su http://www.umbria.coldiretti.it/donne-impresa-coldiretti-navigando-a-km-zero-alla-scoperta-del-trasimeno-.aspx?KeyPub=GP_CD_UMBRIA_HOME|CD_UMBRIA_HOME&subskintype=Detail&Cod_Oggetto=106459414. L’emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

Invia una domanda