Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Venerdì 20 Luglio 2018 Meteo: Meteo

Firmato a Castiglione Protocollo generale per la valorizzazione dei prodotti tipici e il rilancio dell’economia del territorio

Il cibo e la cucina rivestono grande valore simbolico, espressione di un’identità comunitaria, di una cultura, di una storia. Al fine di mantenere questi valori, con l’obiettivo di rilanciare l’economia locale, il Comune di Castiglione del Lago si è fatto promotore di un’iniziativa che tende ad incrementare l’utilizzo dei prodotti agroalimentari del territorio nel servizio somministrazione, vendita ed esposizione.
È stato siglato oggi, a Palazzo della Corgna di Castiglione del Lago, il Protocollo d’intesa tra l’Ente, i produttori agricoli e gli esercizi di somministrazione rappresentati dalle associazioni di categoria, Confederazione italiana agricoltori dell’Umbria (Cia), Coldiretti, Confagricoltura, Confcommercio, Confesercenti, affinchè si diffonda l’utilizzo e la commercializzazione delle eccellenze alimentari del territorio, prodotte con metodi tradizionali e tipici, nella ristorazione pubblica e in quella delle strutture ricettive del luogo.
Parte integrante del protocollo generale è il regolamento attuativo dello stesso che detta tutta una serie di requisiti e modalità operative che i soggetti aderenti si impegnano ad osservare.
Attraverso questo accordo le parti aderenti si impegnano, da una parte, a mettere a disposizione, dall’altra ad utilizzare nella preparazione dei piatti le produzioni ottenute nel rispetto dei requisiti di qualità tipici del territorio lacustre.
Ristoranti ed esercizi commerciali che aderiscono al protocollo, si fregeranno di un “marchio di riconoscimento qualitativo”, a garanzia dell’utilizzo di prodotti e tipicità locali nonché della loro rintracciabilità.
Sarà il Comune di Castiglione del Lago a svolgere una funzione di raccordo tra operatori agricoli e quelli della somministrazione e della ricettività, creando una banca dati dei soggetti economici aderenti all’intesa. 
Promuovere le tipicità enogastronimiche territoriali, insieme alla valorizzare del patrimonio ambientale, culturale e paesaggistico, è la via individuata già da tempo dall’Amministrazione comunale per il rilancio del territorio di Castiglione del Lago, non soltanto sotto il profilo turistico ma anche occupazionale. Filiere corte e diffusione dei prodotti tipici locali nel circuito commerciale e della ristorazione locale, sono le linee seguite per la valorizzazione del ricco patrimonio enogastronomico del Trasimeno.
Nel 2005 fu stipulato un protocollo d’intesa con le cooperative dei pescatori del lago per la valorizzazione della pesca; nel 2008 venne siglato un accordo con i comitati organizzatori di feste e sagre e con Slow Food Umbria teso a diffondere l’utilizzo dei prodotti agricoli locali nelle feste e nelle sagre che si svolgono nel comune; infine nel 2010 con l’Associazione Produttori Olivicoli di Perugia per l’inserimento di olio del Trasimeno nelle mense scolastiche.
Alla firma del Protocollo generale per l’uso dei prodotti agroalimentari del territorio l’Amministrazione comunale di Castiglione del Lago era rappresentata dall’assessore allo sviluppo economico e marketing territoriale Romeo Pippi che ha espresso la propria soddisfazione per il progetto. «Il protocollo firmato oggi rappresenta un traguardo importante, in quanto al suo interno comprende anche il regolamento attuativo. L’idea è nata dopo alcuni incontri che ci sono stati con gli operatori del settore agricolo, un settore questo che accusa sempre più difficoltà. Questo progetto – ha sottolineato l’assessore – rientra in un più ampio percorso di promozione del territorio».
All’incontro erano presenti i vari rappresentati delle associazioni di categoria; per la Cia, il presidente del Trasimeno Letizia Tiezzi, per la Coldiretti il segretario provinciale Luca Panichi, per Confcommercio la presidente del Trasimeno Barbara Marchettini e per Confesercenti il presidente del Trasimeno Giorgio Bacioccola.
In sala presenti anche molti agricoltori e pescatori locali che hanno chiesto all’Amministrazione e alle associazioni di categoria di promuovere il progetto nel tempo, in quanto esso rappresenta una vera e propria opportunità di rilancio per le loro attività.
 
Agenzia Stampa Akropolis
tel. 075.9653536-55  / fax 075.9655175

Invia una domanda