Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Sabato 18 Novembre 2017 Meteo: Meteo

Orvieto con Gusto – XIV Edizione

Orvieto (Tr). Orvieto con gusto – l’Arca dei Sapori 2010,  manifestazione ispirata alla cultura di Slow Food e delle Citta Slow internazionali, torna in ottobre 2010 per la XIV Edizione.

Tra le iniziative enogastronomiche appuntamento con Orvieto a tavola,  i ristoranti di Orvieto propongono menù a tema e Il mercatino dei Sapori con le Cittàslow, dalle ore 10.00 alle 23.00 in Piazza Duomo.

Il messaggio di “Orvieto con Gusto” è di grande attualità: la battaglia per rivendicare il diritto al piacere del gusto è vana senza un’attenzione all’ambiente. Promuovere la qualità dei vini e dei cibi vuol dire, quindi, promuovere la qualità della vita dell’uomo perché ad esso è legata la difesa dell’ambiente e delle produzioni sia animali che vegetali. L’agricoltura industriale, l’abbandono delle montagne e l’inquinamento stanno cancellando varietà di frutta, di verdura, razze animali, salumi, formaggi, cioè la nostra identità culturale.

Per questo è nata l’Arca del Gusto, che Slow Food fa navigare, scovando prodotti negli angoli più sperduti d’Italia e del Mondo riconsegnando ad essi la dignità e l’orgoglio di prodotti assolutamente straordinari sotto il profilo storico, qualitativo e nutrizionale .
Sopra questa imbarcazione simbolica Slow Food ha fatto salire i prodotti di eccellenza gastronomica minacciati dall’omologazione industriale, dalle leggi iperigeniste, dalle regole della grande distribuzione, dal degrado ambientale.


“Orvieto con Gusto”, dunque, vuole far apprezzare e scoprire le offerte enogastronomiche di un territorio generoso di prodotti dalla forte identità con appuntamenti dedicati al vino, all’olio, alle passeggiate con degustazione, al gusto dei giovani, alle curiosità nei ristoranti, all’Enoteca Regionale e al Palazzo del Gusto, al mercatino dei sapori, ma anche a seminari e conferenze. 



Invia una domanda