Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Venerdì 22 Giugno 2018 Meteo: Meteo

TERRANOSTRA UMBRIA PRESENTA IL PROGETTO “AGRIDAYS”

Promuovere in maniera integrata le strutture ricettive rurali regionali per rendere l’offerta turistica maggiormente appetibile, puntando sulle eccellenze paesaggistiche ed enogastronomiche e su esperienze dirette da far vivere in azienda. Questo l’obiettivo principale dell’innovativo progetto “AgriDays” promosso da Terranostra Umbria, l’associazione per l’agriturismo, l’ambiente e il territorio della Coldiretti, nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale regionale 2014/2020, Misura 16.
Giovedì 24 maggio a Perugia presso la sede Coldiretti alle ore 16,30, la presentazione delle linee guida e della struttura del progetto con la partecipazione, tra gli altri, di Elena Pennacchi, Presidente Terranostra Umbria e Diego Furia, Direttore regionale Coldiretti.
Un’iniziativa – spiega Coldiretti – che intende promuovere la logica della progettualità di rete ma anche il turismo “esperienziale”, una nuova tendenza che sta raccogliendo sempre maggiori consensi nel mondo. Oltre trenta le aziende agrituristiche umbre coinvolte, che potranno essere valorizzate anche in periodi “lontani” da quelli del turismo di massa, attraverso appositi e diversificati eventi in grado di destagionalizzare le varie offerte.
L’agriturismo in Umbria, che conta secondo elaborazioni Coldiretti su dati Istat, 1.252 strutture, con 388 dedite alla ristorazione e 244 alla degustazione, costituisce un elemento qualificante dell’agricoltura regionale, configurandosi come un ottimo veicolo per la valorizzazione delle produzioni agroalimentari del territorio.
Tra le province, guida Perugia con 1.055 agriturismi, con Terni a quota 197. Un agriturismo su sei circa, si trova in montagna, mentre il 47 per cento è gestito da donne. I posti letto sono 21.751, mentre quelli a tavola sono 12.838. Accanto ad alloggio e ristorazione, ma anche alla semplice degustazione, non mancano le attività sportive e naturalistiche suggerite dalle aziende agrituristiche. Nella nostra regione sono in totale 1.093 quelle che propongono ai clienti corsi vari (cucina, orto, ecc.) per adulti e bambini, equitazione, mountain bike, attività sportive, escursionismo.
La capacità di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo – afferma Elena Pennacchi Presidente Terranostra Umbria – è la qualità più apprezzata dagli ospiti degli agriturismi che hanno qualificato notevolmente la propria tradizionale offerta di alloggio e ristorazione con servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, ma anche con attività culturali che prevedono la visita di percorsi archeologici o naturalistici. In Umbria – conclude Pennacchi – l’agriturismo, oltre a rappresentare un’attività che permette all’impresa agricola multifunzionale di acquisire un importante valore aggiunto, è in grado di offrire ai turisti un luogo ideale per le vacanze, rispondendo alle sempre più esigenti richieste di quanti in campagna cercano qualcosa di più di un semplice periodo di riposo, vivendo esperienze autentiche dalle quali poter imparare.

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Coldiretti Umbria ed è stato inizialmente pubblicato su http://www.umbria.coldiretti.it/terranostra-umbria-presenta-il-progetto-agridays-.aspx?KeyPub=GP_CD_UMBRIA_HOME|CD_UMBRIA_HOME&subskintype=Detail&Cod_Oggetto=118562046. L’emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

Invia una domanda